Sintel è impegnata a instaurare con i propri fornitori relazioni fondate su correttezza, trasparenza e chiarezza, sia in termini contrattuali, sia nelle relazioni umane e professionali.

La qualità del rapporto con i fornitori rappresenta per Sintel un fattore decisivo per la realizzazione dei servizi e dei prodotti offerti ai propri clienti.

La politica di selezione dei fornitori è orientata prevalentemente alla valutazione del rapporto costi/benefici delle soluzioni proposte: l’iter per la scelta prevede la richiesta di offerte dettagliate per poter procedere a comparazioni e incontri con i potenziali fornitori per un’analisi supplementare volta a comprendere l’aderenza dell’offerta alle richieste.

Una volta scelti i fornitori, questi vengono sottoposti con regolarità e frequenza a valutazione secondo le regole previste dal proprio Sistema di Gestione della Qualità (UNI EN ISO-9001), analizzando aspetti quali il rispetto dei tempi, la reattività verso i problemi, l’affidabilità, la convenienza economica e il numero di non conformità/reclami.

Per i fornitori più strategici, con cui Sintel intrattiene rapporti di vera e propria partnership, assume una particolare valenza il rispetto dei principi etico-valoriali che ne guidano l’operato, in modo che vi sia coerenza con i Codici di Comportamento che la Società è tenuta a rispettare e condividere come parte attiva del Sistema CGIL.

Per consolidare il proprio impegno in tal senso, Sintel sta valutando l’opportunità di redigere un Codice di Condotta da sottoporre a questa categoria di fornitori, chiedendone l’adesione e il rispetto.